La Fondazione Abertis e la Fundació Joan Miró portano a Città del Messico una collezione di opere d’arte dell’artista

Miro abertis foundation (1).jpg
Torna alla pagina precedente
13 ott 2021
TEMPO DI LETTURA: 1 minuto
La nostra controllata Abertis, un punto di riferimento internazionale nella gestione delle infrastrutture stradali, si è sempre impegnata fortemente nella promozione della cultura. Negli ultimi anni, Abertis ha promosso mostre sia di Joan Miró che di altri grandi artisti quali Pablo Picasso, Salvador Dalí, Diego Velázquez e Antoni Gaudí, in metropoli come Parigi, Madrid, Roma, Buenos Aires, San Paolo, Rio de Janeiro e Santiago del Cile.

La Fondazione Abertis è un’organizzazione senza scopo di lucro che reagisce all’impatto che le attività economiche del Gruppo Abertis Group hanno sui territori in cui è presente. La Fondazione dà la priorità ad azioni che riguardano sicurezza stradale, ambiente, impegno sociale e cultura.

La Fondazione Abertis ha collaborato con la Fundació Joan Miró, il Ministero degli Affari Pubblici, Unione Europea e Cooperazione e l'Agenzia Spagnola per lo Sviluppo Internazionale per portare una collezione di capolavori dell’artista catalano Joan Miró a Città del Messico nel Centro Culturale di Spagna in Messico, nell’ambito di un progetto che prevede il trasferimento delle opere d’arte di Miró presso le ambasciate spagnole all’estero.

La mostra Universo Miró ci porta nel processo creativo, unico e personale di Joan Miró, trasportandoci nella sua mente e nel fare di uno degli artisti più importanti del XX secolo attraverso l'esplorazione del linguaggio segnico dell'artista con una concisa e attenta selezione di dipinti e sculture del suo ultimo periodo provenienti dai fondi della Fundació Joan Miró. Il set comprende una collezione di capolavori dell'artista tra cui i dipinti del 1978 Femme dans la nuit (Donna nella notte), Femme (Donna), Personnages et oiseaux avec un chien (Personaggi con uccelli con un cane) e Personnages et oiseaux un paysage nocturne (Personaggi e uccelli in un paesaggio notturno) che, oltre a sviluppare il linguaggio dei segni dell'artista, presentano un altro degli elementi capitali del suo universo: l'uso di colori brillanti.

In precedenza, questa collezione è stata allestita a Parigi, Bruxelles, Roma, Berlino e Dublino. L’iniziativa arriva per la prima volta in America latina.

Related links


Il nostro sito web fa uso di cookies di terze parti.
Per le informazioni sul loro funzionamento e sulle modalità di disabilitazione si veda la nostra cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies.