Operazioni con parti correlate

Le operazioni con parti correlate realizzate direttamente da Atlantia o per tramite di società controllate sono disciplinate dalla Procedura per le Operazioni con Parti Correlate. 

Il Consiglio di Amministrazione previo parere favorevole del Comitato degli Amministratori Indipendenti per le Operazioni con Parti Correlate di Atlantia S.p.A. ha approvato in data 11 novembre 2010 la Procedura Operazioni con Parti Correlate, in conformità alle disposizioni previste dal Regolamento Consob sulle operazioni con parti correlate adottato con Delibera 17221 del 12/03/2010 e s.m.i.

La Procedura è stata da ultimo aggiornata dal Consiglio di Amministrazione con deliberazione del 10 giugno 2021 – previo parere favorevole del Comitato degli Amministratori Indipendenti per le Operazioni con Parti Correlate,  del Comitato Controllo Rischi e Corporate Governance e sentito il Collegio Sindacale – con efficacia a partire dal 1° luglio 2021 al fine di (i) recepire le modifiche apportate al suddetto Regolamento con delibera Consob 21624 dell’11/12/2020 in recepimento della Direttiva UE 2017/828 (c.d. Shareholder Rights Directive II) e (ii)  allineare il testo alla nuova struttura organizzativa della Società.

La Procedura ha lo scopo di definire, sulla base dei principi indicati dalla Consob, regole volte ad assicurare la trasparenza e la correttezza sostanziale e procedurale delle operazioni con parti correlate poste in essere dalla Società, direttamente o per il tramite di società controllate. A tal fine, la Procedura determina, inter alia, i criteri quantitativi per l’individuazione delle operazioni di maggiore o di minore rilevanza ovvero di importo esiguo; definisce le modalità di istruzione e approvazione delle operazioni; prevede l’obbligo di astensione dal voto dell’amministratore coinvolto nell’operazione con parte correlata, stabilisce le modalità di adempimento degli obblighi informativi connessi alla disciplina. La Procedura identifica inoltre le tipologie di operazioni che beneficiano dell’esenzione dall’applicazione della disciplina delle operazioni con parti correlate, nonché le modalità e le tempistiche con cui i membri del Comitato degli Amministratori Indipendenti per le Operazioni con Parti Correlate ricevono flussi informativi in merito all’applicazione di tali casi di esenzione e ne verificano la corretta attuazione. Il Comitato, ai sensi del proprio Regolamento, definisce criteri e tempistiche per lo svolgimento di tale verifica.
 
Inoltre, la Società ha implementato una norma operativa applicativa della Procedura con lo scopo di definire le modalità e le tempistiche per lo svolgimento delle verifiche in merito all’applicazione dei casi di esenzione relativi alle Operazioni Infragruppo e Ordinarie.

Documenti informativi